Vai al contenuto della pagina

home

Logo Regione Sardegna
Mamoiada, prima uscita annuale dei Mamuthones e Issohadores

AUDIO DEL GIORNO

La domenica di Radio Sardegna : n. 09

La notte del 16 gennaio in vari centri dell'isola si accendono dei falò in onore di Sant'Antonio Abate. Un culto antico e radicato quello per il santo, esponente importante dell'ascetismo egiziano del III secolo d. C. Il santo, infatti, è visto dalla collettività cristiana come uno strenuo oppositore dei diavoli e delle fiamme dell'inferno. La leggenda racconta che egli avrebbe rubato una favilla incandescente al Regno degli Inferi per regalarla all'umanità dotandola, così, del fuoco. Il rito dedicato a Sant'Antonio, che naturalmente mescola devozione cristiana ed antiche tradizione pagane, è documentato dalla metà del XIX secolo, ma le sue origini sono sicuramente più remote. In questa notte magica si chiedono al Santo grazie e miracoli in un contesto quasi magico, dominato dall'imponente falò che consuma enormi cataste di legna.

Nessun risultato trovato per la lettera 'E'